The ArchIDEA | HUNDERTWASSERHAUS
1222
post-template-default,single,single-post,postid-1222,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

HUNDERTWASSERHAUS

3 Giugno 2017. Vienna.

Breve (ma intensa!) fuga dalla routine quotidiana con le amiche. Giusto qualche giorno di stop per esplorare la regale capitale austriaca!
Dopo il classico e doveroso giro turistico, fatto di Stephansdom, Rathaus, Mozarthaus, Castello di Schönbrunn (ahhh, Sissi!), Parlamento, Prater e Riesenrad (tappa O-B-B-L-I-G-A-T-O-R-I-A), che spero di potervi raccontare nel prossimo post, riesco finalmente a trascinare le mie compagne di viaggio archi-profane verso nuovi lidi, alla scoperta di una vera chicca che mi frulla in testa dal momento del check-in.
Siamo a Est di Vienna, linea U3 direzione Wien-Mitte. Giusto “un paio” di isolati a piedi (cosa non si fa per amore dell’architettura) e, subito dietro l’angolo, eccola li.. la Hundertwasserhaus!

Ne avete mai sentito parlare? Si tratta di un complesso di case popolari.
Avete letto bene, case popolari! Progettate nel 1986 dall’artista Friedensreich Hundertwasser, pittore, scultore, architetto ed ecologista austriaco.

Nato nel 1928 e perseguitato dal regime nazista per le sue origini ebraiche, Hundertwasser si avvicinò ben presto al mondo della natura, dipingendo scorci di Vienna, essiccando fiori e lavorando nei campi. Fu così che, anno dopo anno, maturò un totale diniego nei confronti degli insegnamenti accademici. Raccolse l’eredità di personaggi come Klimt, Schiele e Olbrich, rifiutando il rigore e il razionalismo austriaci. Le sue architetture, così come i dipinti, affascinano per i colori vivaci, ben lontani dal clima violento di quegli anni, per la commistione di stili diversi e l’assenza di spigoli vivi. Le forme sono morbide e sinuose. I muri sono irregolari, le colonne pendenti, i solai tutt’altro che pianeggianti. Nell’Hundertwasserhaus non esiste un solo angolo retto.

Perché  “la linea retta è senza Dio. Sul liscio tutto scivola, anche il buon Dio, poiché la linea retta è sacrilega.”

Ogni appartamento è segnato da un colore diverso, decorato con ceramiche per lo più di recupero. I giardini pensili sulle terrazze sottolineano l’importanza di H. nei confronti del rapporto uomo-natura, tale da renderlo, forse a sua insaputa, un precursore ignaro della futura bioclimatica. Persino il marciapiede antistante l’edificio, ormai punto di raccolta di turisti incuriositi, è stato travolto dalla magia, animato da piccole collinette naturali, smottamenti della pavimentazione e colonne fiabesche degne di Disneyland.

E poi le finestre… tutte diverse per forma, dimensione e stile. Per quanto ci si sforzi a cercarle, non si troveranno due finestre identiche in tutta la facciata della Hundertwasserhaus. E giuro che c’ho provato.

L’uomo è avviluppato in tre strati: la sua pelle, i suoi vestiti e i muri della sua casa. Le finestre sono il ponte tra l’interno e l’esterno. Sono come i pori della pelle. Le finestre sono l’equivalente degli occhi.”

L’esplosione di colore invade ogni cosa nata dal genio visionario di Hundertwasser: gli edifici, i dipinti, i 26 francobolli abbozzati per gli enti postali di vari Paesi.  Al punto che il buon vecchio Loos si sarà rivoltato nella tomba.  A tal proposito, vi suggerisco vivamente di leggere l’interessante manifesto che H. pubblicò nel 1969 con il titolo “Manifesto per il boicottaggio dell’architettura” (sottotitolo “VIA DA LOOS”. E ho detto tutto.)

Oggi, sia lodato il Cielo, la Hundertwasserhaus è una delle principali attrazioni turistiche di Vienna, ormai attorniata da bar, souvenir shops e un vero e proprio villaggio a tema, da non perdere assolutamente.

Ve la consiglio? Bhè, non so se si è intuito.. ma io sono letteralmente impazzita!

 


Alcune delle immagini inserite sono state reperite online. Nel rispetto delle rispettive licenze di copyright inseriamo di seguito tutte le fonti:

  1. Ph. by ThearchIDEA staff
  2. Ph. by Katia Colosi
  3. https://www.pinterest.de/pin/409827634822168602/
  4. Ph. by ThearchIDEA staff
  5. Ph. by ThearchIDEA staff
  6. Ph. by Katia Colosi
  7. Ph. by Katia Colosi
  8. Ph. by ThearchIDEA staff
  9. Ph. by ThearchIDEA staff
  10. Ph. by Katia Colosi
  11. Ph. by Katia Colosi
  12. http://asprinkleofimagination.blogspot.it/2013/11/a-tribute-to-hundertwasser.html
  13. https://www.google.it/urlsa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&ved=0ahUKEwjDstSXi_3VAhVGMhoKHSNvDTUQjxwIAw&url=https%3A%2F%2Fwww.pinterest.com%2Fpin%2F286963807476796974%2F&psig=AFQjCNGZ9_sxKPP31RMFZO8U9ZyyheNokA&ust=1504118089681237
  14. https://www.pinterest.de/pin/409827634822168602/
  15. https://it.depositphotos.com/14696101/stock-photo-a-stamp-printed-in-luxembourg.html
  16. https://it.depositphotos.com/14696101/stock-photo-a-stamp-printed-in-luxembourg.html
  17. Ph. by ThearchIDEA staff
  18. Ph. by Katia Colosi
  19. Ph. by Katia Colosi
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.