The ArchIDEA | Alejandro Aravena: Pritzker Prize 2016
940
post-template-default,single,single-post,postid-940,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Alejandro Aravena: Pritzker Prize 2016

Alejandro Aravena, quarantotto anni, cileno.
È questo il nome che nel corso dell’ultima settimana ha occupato le testate dei più seguiti architecture webzines. Pochi giorni fa, infatti, l’architetto sudamericano si è accaparrato nientepopodimeno che il Pritzker Prize 2016. L’oscar dell’architettura, per intenderci.
Insomma, una cosina da niente.

Premio, più che meritato, che arriva dopo una sfilza di riconoscimenti quali il Premio Avonni, il Marcus Prize2010 e il Leone d’Argento alla XI edizione della biennale di Venezia, giusto per citarne qualcuno.

Scelta insolita quella della giuria, che ha sorpreso tutti non solo per la giovane età dell’architetto, ma perché, dopo anni di celebri archistar e edifici affascinanti, l’attenzione ha cambiato rotta puntando i riflettori su un tipo di architettura che ritrova tutto il suo fascino non sull’estetica o sulle nuove tecnologie, ma sulla capacità di rispondere alle esigenze abitative dei meno fortunati.

È un’architettura sociale quella che Aravena mette in campo con ELEMENTAL, organizzazione che propone, in accordo col Ministero per la casa e l’urbanistica del Cile, progetti di strutture residenziali a basso costo rivolte alle fasce meno abbienti della popolazione.

La forma è importante, e lo è anche lo stile, ma l’architettura deve prima di tutto dare risposte ai problemi delle persone, soprattutto di chi è meno fortunato. Meglio un edificio meno bello e imperfetto ma che migliori la qualità della vita di chi ci abita.

Si tratta di un indirizzo progettuale che punta a soddisfare i meno privilegiati, coinvolgere i clienti nel processo costruttivo, favorire le relazioni sociali, fronteggiare eventuali calamità naturali e ridurre i consumi energetici. Il tutto attraverso edifici per lo più poveri.

Emblematico è il prototipo di social housing che ELEMENTAL ha proposto nel 2008 in occasione della Triennale di Milano: dieci pannelli prefabbricati in calcestruzzo assemblati in sole 24 ore.
A seguito di uno studio sulla relazione che intercorre fra il bisogno abitativo e le risorse economiche delle classi più povere, nasce un modulo residenziale basilare di appena 18 mq (cucina, bagno, camera da letto), più ulteriori 18 mq personalizzabili in un secondo momento da chi andrà a viverci.

Villa Verde (2010), Monterrey (2010) e Quinta Morroy (2004) rappresentano soltanto alcuni degli esempi applicativi di tale esperimento che, se da una parte si discosta dalla spettacolarizzazione dell’architettura tipica dei tempi moderni, dall’altra riduce in maniera esemplare la distanza fra architettura e società civile. Non a caso allo studio di Alejandro Aravena è stata affidata la ricostruzione di Constituciòn, città cilena devastata dallo tsunami nel 2010.

Ma l’attenzione di Aravena ai temi della sostenibilità e del buon vivere non si limita certo alla sola sfera residenziale. Ne è esempio l’UC INNOVATION CENTER (2014), centro polifunzionale che mescola spazi di lavoro a spazi dedicati alla socializzazione. Il progetto si pone a contrasto con i numerosi edifici vetrati sorti negli ultimi anni a Santiago del Cile: una massa perimetrale ermetica, alleggerita da superfici vetrate strategicamente arretrate, e un nucleo interno trasparente. Un’inversione di tendenza dovuta alle condizioni climatiche tipiche del luogo, evitando quello sgradevole effetto serra che si viene a creare nelle torri di vetro, con un conseguente surriscaldamento degli spazi interni e un eccessivo dispendio energetico.

E quando gli viene esplicitamente commissionata una torre di vetro, il team dell’architetto cileno risolve la questione con una doppia pelle: vetro all’esterno e fibrocemento all’interno. Un grande involucro ventilato quello della Siamese Tower (2005), che riesce a soddisfare l’esigenza estetica pur abbattendo i consumi energetici. Del resto, come sostiene lo stesso progettista, il mondo del lavoro è nettamente cambiato: si è passati dalla carta al monitor del computer. Ciò comporta un inevitabile cambiamento anche degli spazi di lavoro, che necessitano di penombra più che di luce diretta (con conseguenti scomode riflessioni sugli schermi).

Tutto questo dimostra chiaramente l’attenzione che Aravena riserva alla funzionalità delle sue opere, pensate e progettate alla stregua di “infrastrutture”.
A lui, con ammirazione, va tutto il nostro applauso.

Ci sono numerose battaglie che devono ancora essere vinte e molte frontiere che devono necessariamente espandersi per migliorare la qualità dell’ambiente edificato e, di conseguenza, la qualità della vita delle persone.


Tutte le immagini inserite sono state reperite online. Nel rispetto delle rispettive licenze di copyright inseriamo di seguito tutte le fonti:

  1. http://explosivebox.com/2016/01/19/premio-pritzker-2016/#prettyPhoto/0/
  2. http://www.archdaily.com/780203/alejandro-aravena-wins-2016-pritzker-prize
  3. http://www.elementalchile.cl/en/projects/quinta-monroy/
  4. http://www.detail-online.com/article/effective-architecture-alejandro-aravena-appointed-director-of-2016-la-biennale-21164/
  5. http://www.elementalchile.cl/en/projects/quinta-monroy/
  6. http://www.elementalchile.cl/en/projects/milan-2/
  7. http://www.elementalchile.cl/en/projects/milan-2/
  8. http://www.elementalchile.cl/en/projects/milan-2/
  9. http://www.elementalchile.cl/en/projects/constitucion-i-villa-verde/
  10. http://www.elementalchile.cl/en/projects/constitucion-i-villa-verde/
  11. http://www.elementalchile.cl/en/projects/constitucion-i-villa-verde/
  12. http://www.elementalchile.cl/en/projects/monterrey/
  13. http://www.elementalchile.cl/en/projects/monterrey/
  14. http://www.elementalchile.cl/en/projects/quinta-monroy/
  15. http://www.elementalchile.cl/en/projects/quinta-monroy/
  16. http://www.elementalchile.cl/en/projects/quinta-monroy/
  17. http://www.elementalchile.cl/en/projects/centro-de-innocavion-uc-anacleto-angelini/
  18. http://www.elementalchile.cl/en/projects/centro-de-innocavion-uc-anacleto-angelini/
  19. http://www.elementalchile.cl/en/projects/centro-de-innocavion-uc-anacleto-angelini/
  20. http://www.elementalchile.cl/en/projects/centro-de-innocavion-uc-anacleto-angelini/
  21. http://www.elementalchile.cl/en/projects/centro-de-innocavion-uc-anacleto-angelini/
  22. http://www.elementalchile.cl/en/projects/siamese-tower/
  23. http://www.elementalchile.cl/en/projects/siamese-tower/
  24. https://lumi.do/topic/Charles+Murray/

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.